Con l'arrivo dell'inverno, i raffreddori sono più frequenti e questo perché le basse temperature causano una serie di raffreddori che devono essere combattuti immediatamente. Dopo una calda estate l'inverno inizia ad attaccare con temperature molto basse durante il giorno e specialmente durante la notte, rendendoci facilmente risentiti.

Con l'arrivo del freddo compaiono i primi sintomi del freddo

Vento, pioggia e persino ghiaccio e neve sono i primi sintomi di un inverno che indica che sarà molto difficile in molti luoghi.

Ogni anno, con la fine dell'estate, le malattie ricompaiono e peggiorano con l'arrivo dell'inverno. Secondo i risultati di un'indagine condotta negli Stati Uniti. UU., L'aumento del numero di volte in cui ricorrere ai tessuti dipende da una reazione fisiologica al freddo che ci fa pulire il naso.

Coloro che soffrono di allergie e rinite vivono questo fenomeno con maggiore intensità, interessando un segmento della popolazione mondiale che va dal 50 al 90%.

Quando le temperature diminuiscono, l'aria diventa più fredda e secca. Le mucose del naso cercano di riscaldarlo e inumidirlo in modo da non irritare i polmoni. Nella parte posteriore del naso, di solito c'è una temperatura che oscilla tra i 26 ei 30 gradi, con l'umidità molto alta.

Il meccanismo di difesa

L'aria fredda stimola i nervi all'interno del naso, che inviano un messaggio al cervello.

La risposta è l'aumento dell'afflusso di sangue che aiuta a riscaldare l'aria in entrata. Inoltre, viene attivato un meccanismo che porta ad un aumento delle secrezioni nasali, come l'eliminazione del muco.

L'ultima reazione innescata dall'aria congelata coinvolge anche il sistema immunitario e le sue cellule presenti nelle cavità nasali, più sensibili nei soggetti asmatici e allergici.

In queste condizioni puoi perdere da 300 a 400 ml di liquidi ogni giorno, solo per garantire un'umidità e una temperatura adeguate nell'aria che mettiamo nei polmoni. Quando il sistema è sovra stimolato, il naso inizia a gocciolare a causa dell'eccessiva produzione di muco.

Per difenderci dal raffreddore e dall'influenza dobbiamo andare soprattutto dal medico, dove prescriveranno tutti i tipi di medicinali.

Dove lasciamo le medicine durante l'inverno?

Perché un farmaco mantenga le proprietà come il primo giorno di utilizzo, è necessario rispettare diverse indicazioni sia nella catena di distribuzione che una volta raggiunta la nostra casa. Naturalmente, dobbiamo sempre prestare attenzione alle indicazioni che appaiono nel prospetto.

Di fronte a un'ondata di freddo o di caldo bisogna essere consapevoli, in quanto questi, a causa di improvvisi cambiamenti di umidità e temperatura, possono alterare le loro condizioni. Ecco perché ci sono diversi kit per l'esperienza e il pronto soccorso che ti aiuteranno a conservare i farmaci e tutti i tipi di problemi che possono sorgere.

Suggerimenti per prima di usarli

Per combattere il freddo che va di pari passo con l'inverno, è importante mantenere le medicine in un luogo asciutto, fresco e fuori dalla portata dei bambini. Evitare di lasciarli nei bagni o nelle cucine perché con i cambiamenti del clima possono avere umidità a causa della temperatura e quindi la medicina potrebbe essere danneggiata.

Un vantaggio di avere i farmaci durante l'inverno è che non sarà necessario tenerli nel congelatore o nel frigorifero, poiché le alte temperature possono mantenerli, a condizione che il prodotto non sia esposto a temperature estreme.

Il farmaco contenitore non deve essere modificato, deve essere conservato nella sua confezione originale fino all'ultimo momento del suo utilizzo.

È necessario verificare che il medicinale non sia scaduto al momento dell'uso e confermarne l'aspetto, il colore e il gusto per assicurarsi che tutto sia a posto.

L'alta stagione piena di raffreddori è quasi impossibile da evitare. Il malessere generale, la tosse, la congestione nasale e persino il dolore alle ossa sono presenti.

Per combattere questo tipo di disagio, bisogna essere molto attenti quando si automedicano. La cosa migliore è andare da un medico che prescrive il meglio per combattere il virus.

I virus hanno maggiori probabilità di rimanere nell'ambiente a causa delle basse temperature che potrebbero nascondersi durante l'inverno.

Un sacco di idratazione e bagni caldi alleviare un sacco, essendo la cosa più essenziale è avere una pre-registrazione medica e al momento dell'acquisto dei medicinali tenerli in un luogo sicuro in modo che non vengano danneggiati o contaminati.

In Conilmiologo ci preoccupiamo per la salute dei nostri clienti e collaboratori, quindi abbiamo una sezione di salute e farmacia per offrire ai nostri utenti una vasta gamma di opzioni per essere cauti in caso di emergenza.